Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog

''Il fruire della telepatia. L'involuzione della specie col sapere dei tempi comparato con quelli di oggi'

3 Gennaio 2021 , Scritto da Edda Cacchioni Con tag #Attività Propedeutiche Progetti E.C. online, #Incontri Amicali Project E.C. online

 
 
 

 

''Il fruire della telepatia. L'involuzione della specie col sapere dei tempi comparato con quelli di oggi'. La telepatia nelle sindromi psichiatriche.
a cura H.Edda Cacchioni

Counselor Editor Scrittrice
Artista Atleta

 

 

Il sopraggiungere del nuovo anno ci invita ad una riflessione ad ampio spettro. L'essere umano è sempre più vicino all'essenza data da una relazione consapevole con l'Universo e col quel punto invisibile chiamato dio da cui ogni cosa deriva. La vita ordinaria perde la sua supremazia per lasciare il posto agli stati olotropici ( proviene dal greco ὅλος (intero) e τρεπὲιν (muoversi verso): significa quindi "che si muove verso l'interezza") legati ad una coscienza più sensibile empatica resiliente avvicinandoci a situazioni ataviche seppur a noi più comprensibili grazie agli insigniti della scienza, neuroscienze, filosofia, pedagogia, psicologia e agli studiosi e ricercatori.

Un invito ad ascoltare quel punto invisibile insito in ogni cosa negli animali ed esseri umani.

 

Il cervello
Racchiuso nella scatola cranica il cervello o propriamente detto telencefalo è un organo vitale legato al sistema nervoso centrale. Composto da due porzioni unite tra di loro dal corpo calloso. E' studiato dalle neuroscienze dalla psicologia e psichiatria. Gli antichi davano poca importanze al cervello. Ippocrate e Platone lo consideravano la sede del pensiero mentre Aristotele lo studiava come meccanismo di raffreddamento e il cuore la sede dell'intelligenza, oserei dire che forse nell'ignoranza data dalle possibilità di studio del tempo è il filosofo che si avvicina di più alla verità in quanto oggi le neuroscienze affermano che il cuore così pure gli intestini alti hanno le cellule neuronali ma ne parliamo in altro articolo tuttavia il fatto che si hanno i neuroni anche in altri organi non solo nel cervello ci torna utile per capire il meccanismo olotropico con maggiore facilità. Sappiamo che la pancia è sede dell'emozioni il cuore ne è influenzato talvolta ridondandone il 'sentire' attraverso il ritmo con conseguenze tipiche dell'emozione in corso, battito accelerato, sudorazione, lacrimazione, tremarella alle mani(da non confondere con la percezione extra sensoriale) ecc.
Senza entrare in merito alla storia dei vari studi effettuati su persone e animali nei dettagli vediamo alcune informazioni che possono essere utili al nostro tema. Il cervello è dotato di neuroni con collegamenti sinaptici che rendono possibili scambi ormonali ecc ed anche la comunicazione o per meglio dire
brain to brain (comunicazione tra cervelli) tant'è che gli studi sostengono l'ipotesi di una telepatia cioè la capacità di produrre impulsi elettrici che se registrati da uno strumento apposito possono essere trasmessi via radio, wi-fi e internet ma anche con qualsivoglia canali disponibili ( a mio avviso possono essere trasmessi anche senza nessun aggeggio).


La coscienza
Coscienza è quel momento in cui l'essere umano ha capacità di ''consapevolezza''. Dal latino: essere consapevole, conoscere. Il fisico teorico Roger Penrose ritiene che il concetto coscienza abbia in sé fenomeni connessi alla Meccanica quantistica e alla Teoria della Relatività. Un libro da leggere è La strada che porta alla realtà (fisica teorica) suggerisco anche La matematica dell'imperatore sempre di R. Penrose. Nel 2014 R. Penrose e Hameroff in uno studio attento sostenuto dal Giappone scoprirono la presenza di reazioni quantistiche nei microtubuli. La coscienza quantica di ogni essere vivente è indipendente dal corpo stesso, e potrebbe sopravvivere alla morte fisica del cervello, rimanendo nel multiuniverso in una esistenza infinita che non è da considerarsi l'aldilà. L'informazione quantistica è indistruttibile perché sottomessa alla legge di conservazione dell'energie, tale sarebbe la coscienza nella teoria ORCHOR sempre che tal coscienza così come viene studiata seppur paragonabile all'anima di molte religioni, pensieri e dottrine esistesse davvero.
Per Nader Butto noto Cardiologo la Coscienza è lo Spirito cioè uno stato energetico, uno stato quantico. Ad ogni stato quantico corrisponde la sua ''coscienza specifica, che interagisce in maniera intelligente con gli altri stimoli che la circondano.

Stanislav Grof vorrebbe << […] la sconfitta definitiva dell'arrogante scientismo del monismo materialistico, che domina la scena da alcune centinaia di anni, offrirebbe una svolta emozionante e sorprendente nell'intreccio cosmico.>>
 

leggi la prefazione LA CATASTERIZZAZIONE ATAVICA


Gli stati alterati di coscienza
Il termine ''coscienza'' deriva dal latino conscire e significa essere consapevole.

Quando si perde la consapevolezza del presente o meglio del qui e ora si entra in uno stato confusionale (non patologico) si ha lo stato alterato di coscienza alchè si possono avere esperienze che vanno oltre, cioè transpersonali. Gli studi hanno fatto ricorso a sostanze (droghe) per poi invece attestare che alcune persone hanno stati alterati naturali senza ricorrere a sostanze ma attraverso lo sport la meditazione la preghiera. Talvolta può accadere di vivere percezioni extrasensoriali come la visione a distanza, la precognizione, la telepatia e altri fenomeni psichici.
S. Grof conferma che molti sia in stato ordinario che olotropico evidenziano energie archetipiche in cui i pianeti ne sono artefici ergo c'è una correlazione con l'astrologia, materia studiata fin dall'antichità. La psicologia transpersonale studia dacché negli anni 60 è nata queste evenienze. Talvolta le diagnosi psichiatriche non sono ben classificabili alché molti teorici ne stanno studiando un sistema di classificazione delle diagnosi sempre in direzione degli spostamenti dei pianeti. I pianeti influenzano gli stati alterati di coscienza ergo da non confondere con la malattia.
Nell'esperienza transpersonale cambiano i valori sviluppando consapevolezza tolleranza e compassione. Si hanno anche esperienze di morte e rinascita, la morte intesa come eliminazione dell'ego che porta ad una identificazione ridondante e di connessione col Tutto armonico.
Può essere di supporto ai malati terminali per ovviare alla paura della morte un programma di terapia psichedelica, di ascolto, di dialogo, che giova alla loro conclusione in carne.

Ergo possiamo dire che la consapevolezza di noi stessi come parte integrante del mondo ci porta ad una identità personale forte e audace.
Vederci separati dal mondo è un errore da non sottovalutare in quanto è impossibile scindere le ossa dai muscoli dagli organi dagli stessi pensieri (questi ultimi in caso di patologia riescono a fare di più che scindere), non dobbiamo entrare in una condizione egocentrica con strette che offendono la libertà. Ergo l'ego autoriflessivo separa dal mondo di cui scientificamente filosoficamente ne facciamo parte.
Entrare in contatto con la completezza dell'esserci nel Tutto quanto Tutto senza la necessità di meditazione, sostanze ecc fa dell'essere umano una persona in cui la simbolica universale è integrata nella sua vita, è riuscito ha espandere la coscienza il suo modo di visualizzare la vita il mondo l'universo come in una unica tribù immensa e di luce.
La profonda connessione con le altre persone, animali, cose pianeti porta seco una spiritualità di profonda consapevolezza.

 

Transpsicologia
Quando abbiamo uno stato allargato della coscienza cioè lontano dalla nostra consuetudine si ha il transpersonale. ''Trans'' significa attraverso ergo si và oltre il livello personale.
Il termine Transpersonale è stato usato per la prima volta da Roberto Assagioli creatore della psicosintesi dopodichè da Carl Jung.
La psicologia transpersonale si occupa dello studio della spiritualità.
L'associazione di psicologia transpersonale è nata negli Stati Uniti nel 1969 con Charlotte Buhler, Abraham Maslow, Alan Watts, Arthur Koestler, Viktor Frankl. Gli scritti vennero pubblicati sulla rivista
The Journal of Transpersonal Psychology fondata da Antony J. Sutich in cui troviamo tutti i membri del movimento transpersonale: Ken Wiber, Stan Grof, Stanley Krippner, Lawrence Le Shan, Michael Murphy, Charles T. Tart, Frances E. Vaughan
La transpersonale si afferma col metodo seppur non riconosciuto scientificamente di A. Maslow in cui prevale la ''psicologia evolutiva'', il fulcro principale è lo ''sviluppo delle potenzialità'' con la ''soddisfazione graduale dei bisogni'' ma anche di maggior rilievo la relazione tra individui nel rapporto terapeutico, è intrecciata anche l'esperienza mistica nel percorso dell'autorealizzazione classificato nei parametri di una piramide con determinati piani equivalenti ad una tappa nel percorso di realizzazione del sé.

La transpersonale con i sui stati non ordinari mette limiti alle teorie cartesiane e newtoniane e questo è rimarcato anche nelle culture indigene in quanto essi abbracciano l'idea che l'universo sia dotato di una anima, da una Coscienza e un Intelligenza cosmica superiore alchè potrebbe accadere anche alla nostra società se gli stati di coscienza non ordinari facessero parte di ogni persona.


Telepatia
Le persone che vivono le crisi nell'ambito di trasformazione raccontano le loro esperienze di percezione extrasensoriale quali:
. la visione a distanza
. la precognizione
. la telepatia
Non va sottovalutata l'ipotesi di una coscienza fuori dal corpo con percezione che tocca i sensi.
Per esempio ci spiega la Psichiatra F.Erica Poli che nell'entaglement due persone seppur lontane si sentono e possono avere una comunicazione telepatica e questo può avvenire tra tutti gli esseri 'animali' che vuol dire
dotati di anima.
Seppur non ce ne accorgiamo siamo immersi nel campo e collegati uno con l'altro, lo spiega bene Tesla coi sui esperimenti dei campi elettromagnetici. I campi elettromagnetici del cuore e del cervello formano dei toroidi che si sviluppano fino a due metri intorno al corpo ergo gli innamorati come nelle poesie si sentono e coesistono.
Le emozioni si sentono e prendono forma cosicchè ci è possibile sentire fidanzati figli amori fratelli sorelle amici soci in affari e conoscenti sia quando chiedono aiuto sia quando ti stanno pensando visualizzando le loro stesse immagini e sentendo gli stessi odori.

La telepatia è una trasmissione del pensiero ed è un termine usato da Frederic William Henry Myers nel 1882 deriva dal greco tele vuol dire lontano e patheia vuol dire sentimento.
La telepatia fa parte delle percezioni extrasensoriali e si studia in parapsicologia.
Gli studi attuali ci hanno portato lontano dagli antichi ma ci hanno resi simili a loro attivando quei meccanismi sensoriali di cui essi erano dotati ma soprattutto nella comparazione possiamo ricercarne il significato atavico di quando agli albori del mondo le persone comunicavano attraverso il pensiero ed in una sorta di vocalizzazione hanno saputo amarsi e credersi senza il sapere.

 

 


stati olotropici: quando la coscienza ha alterazioni improvvise  caratterizzate  da percezioni delle aree sensoriali come emozioni profonde e strane inoltre processi mentali rallentati o comunque diversi dal solito. 
 

La mia esperienza tra stati olotropici risposte sciamaniche senza patologie ergo ne farmaci ne droghe ma studi attenti di sciamanesimo, psicologia, neuroscienze, parapsicologia, psicologia transpersonale e biotranspersonale, la mia idea Catasterizzazione Atavica ... (segue)

 

 

Fonte:
- E. Poli
- S. Grof
- Freud
- Jung
- Butto
- Lattuada
- libro La Catasterizzazione Atavica
- vari libri degli autori citati

 

 

sponsor ufficiali
IL POTERE DELL'ECCELLENZAblog
RADIO h2e

Condividi post
Repost0
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenta il post