Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
IL POTERE DELL'ECCELLENZAblog

I parametri vitali

 

 

 

I parametri vitali 
a cura H.Edda Cacchioni
Editor Traduttrice Scrittrice 
 Counselor 
Artista Atleta

 

Cosa sono i parametri vitali? 
I parametri vitali sono il risultato di valutazione del paziente e vanno ripetuti fino all'arrivo in ospedale.

Da chi vengono rilevati?
Dai soccorritori e dal personale sanitario

 

Quali sono sono i parametri vitali?
1 stato di coscienza - dolore
2 respiro
3 polso arterioso
4 pressione arteriosa
5 temperatura corporea 
6 saturazione (SpO2)
7 glicemia



Il soccorso inizia dal momento dell'arrivo di una persona accanto all'incidentato. La prima cosa da fare è non mettere in pericolo la propria vita in quanto si è lì per aiutare. Se si è capaci controllare lo stato generale della persona, se respira e se è cosciente cioè se parla e sa cosa è accaduto, chiamate subito il numero NUE numero unico emergenze e chiedete un ambulanza, la prima cosa che dovrete dirgli il vostro nome e cognome e il nome della via in cui vi trovate, dire che avete trovato un incidentato e come si presenta: se respira e se cosciente. Fatevi guidare qualora non avete frequentato un corso di primo soccorso.

Respiro 
Il respiro va controllato contando gli atti respiratori sia di inspirazione (torace si alza) e l'espirazione (il torace si abbassa) e vanno contate anche le pause.
I valori normali di una frequenza respiratoria in un adulto sono 12-20 atti al minuto. Se è minore < di 12 e si chiama bradipnea invece se maggiore > si ha la tachipnea. I valori possono variare in base all'età al peso e allo stato di sonno-veglia
Il respiro può essere: normale, rumoroso, russante, agonico. Così pure dipendentemente dalla profondità degli atti respiratori possono essere: superficiali o profondi.
Potrebbe essere in GASPIN  e cioè la presenza di atti respiratori non efficaci.
Lo stato di Gaspin lo si nota mentre si attua la valutazione G.A.S.  è un respiro agonico e bisogna intervenire con la rianimazione cardiopolmonare.
Atti respiratori

Neonato: 40-44
lattante 30
bambino 20-22
adulto 16-18

Polso Arterioso
Palpando il polso si può rilevare la frequenza e ritmo cardiaco. Quando dall'arteria radiale non è possibile alcun rilevamento si controlla attraverso l'arteria carotide solo se l'accidentato è cosciente.
Il polso cioè l'arteria radiale se si sente offre la valutazione della pressione sistolica (max) che sarà almeno di 80 mmHg Il polso va preso con le dita indice medio anulare.
Vediamo la frequenza cardiaca di un adulto che può essere: Normale con battiti tra 60-100 al minuto. Bradicardia se i battiti sono inferiori ai 60 al minuto, chi pratica sport il limite è 50 bpm. Tachicardia se i battiti sono superiori ai 100 x minuto.
Il ritmo va valutato se è regolare e da questo parametro si può capire se la persona ha una ritmia oppure un aritmia.


Pressione Arteriosa
PA
La pressione arteriosa è la pressione del sangue esercitata verso le pareti delle arterie. Il cuore pompa il sangue  in una determinata quantità e la pressione cambia in conseguenza al flusso dalla resistenza opposta al flusso del sangue.
La pressione si misura con un apposito strumento: lo sfigmomanometro e l'ausilio del fonendoscopio tuttavia oggigiorno ci sono apparecchiature più semplici da usare e quindi lo consiglio: misuratore di pressione digitale.

Per misurare la glicemia si usa lo Glucostick. Il kit contiene una penna ''pungidito'' caricata con aghi monouso e un lettore elettronico per leggere la quantità di zuccheri nel sangue attraverso una striscia reattiva.
Come si usa? Si punge il dito e si fa uscire una goccina di sangue che viene appoggiata sulla striscia reattiva già pronta nel glucometro che mostrerà il risultato sul displey.

Dolore 
Come ogni esperienza individuale è soggettiva a carico dei recettori sensoriali (nocicezione) la quantificazione è personale ma a guardare una ferita possiamo immaginare quanto sia grave e se è il caso di calmare la persona, quando interiore e dell'anima è diverso.


La valutazione dei parametri vitali non può essere invasiva se effettuata da un cittadino volontario ne da un soccorritore. Solamente il medico può effettuare. Anche la glicemia può essere considerato parametro invasivo. Quindi se non siete medici ne in ambito di soccorso chiamate fate il numero NUE 112 perché quando va bene siete eroi ma quando va male siete degli infami col cuore di chi avrebbe voluto salvare (detto da me appare cruento ma ahime è proprio così, considerando poi che è pieno di registi e fotografi improvvisati e sappiamo quasi tutti come funzionano le applicazioni... Non lasciate morire nessuno chiamate il 112 NUE non peggiorate la situazione spostando la persona  semmai chiamatelo solamente e  chiamate il 112 NUE dando le indicazioni principali. Se le cose vanno male e voi spostate anche solo il suo telefonino caduto poco distante ci passate i guai. Riassumendo siate guardinghi ma mai togliere un aiuto concreto a nessuno per questione di senso civico e come dico io <<nemmeno ci dobbiamo voler bene è il senso civico perché siamo esseri pensanti in direzione del Bene>>

 

seguono tutta una serie di articoli dedicati al soccorso in ambito medico infermieristico 
 

Fonte 
. dal libro che ho usato durante il corso soccorritrice ambulanza Misericordia e non ne faccio più parte.

Condividi post
Repost0
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenta il post